Un Borgo che non si ferma mai

bsAntonio

Un Borgo che non si ferma mai

Tra Corso Bersaglieri e Porta Pesa si svolgono iniziative di ogni genere. Grazie a un’associazione sempre più solida
Borgo Sant’Antonio è una di quelle zone della città ricche di iniziative frutto del lavoro di buona parte dei residenti. Una zona che ha la sua consistenza commerciale nell’area tra l’arco di Porta Pesa e l’inizio di via Brunamonti, dove ancora oggi si lotta per continuare l’esperienza del Portiere di quartiere. L’asse principale del Borgo è invece Corso Bersaglieri, dove ha luogo la principale attività dell’associazione Borgo Sant’Antonio-Porta Pesa. Qui ancora oggi le macchine sfrecciano a velocità spropositata, e i negozi sono scarsi. Tra le tante iniziative si distingue la gestione creativa dei diversi spazi (oratori e non solo) disseminati lungo la via fino alla chiesa di Sant’Antonio. E allora ecco il cine-forum a San Giovannino, le cene itineranti con la bottega di San Giovanni a fare da centro nevralgico, i concerti di musica classica, i reading di poesia e le esposizione artistiche a Sant’Antonio e molto altro. Proposte dalla forte carica storica, spesso, in cui si ricordano momenti particolari della storia del Borgo e personaggi di vitale importanza della città come la poetessa Maria Alinda Bonucci Brunamonti.

Ma il cuore dell’attività dell’associazione non si percepisce a prima vista. Camminando per i diversi vicoli intorno al corso troviamo strade pulite, ordinate e tranquille. E un luogo che colpisce particolarmente. Risalendo Corso Bersaglieri, quasi a metà, sulla sinistra, prendendo via del Cane, arriviamo a uno spazio all’aperto ma recintato, un’antica centrale dell’ENEL che ora è un archivio di documentazione della ditta. Qui c’è un giardino condiviso, un community garden dove imparare tutto su piante e fiori e trovare il necessario per inventare e creare il verde in casa. È grazie alla collaborazione con la ditta Rosi Sementi che si può usufruire di vasi, terriccio, torba, argilla espansa, e attivare laboratori che possano essere un stimolo per abbellire le case e i balconi del quartiere, ma anche per riqualificare spazi degradati sviluppando il senso di appartenenza e di comunità.

Conoscere queste iniziative è facile. Domenica 17 maggio al Borgo si terrà la giornata Erbe e fiori dedicata alla solidarietà e al recupero degli spazi urbani del quartiere. Ci sarà un grande picnic con offerta libera per degustare il “cestino della solidarietà”, con prodotti tipici locali. I fondi raccolti saranno devoluti in beneficenza all’Abio onlus (un’associazione che si prende cura dei bambini in ospedale). Tra le altre cose ci saranno musica in strada, laboratori di arti e mestieri, un torneo di scacchi, giochi per bambini, le mostre di Sansalù al Borgo, la premiazione del concorso Bici & Fiori rivolto ai bambini delle scuole. La Ciclofficina popolare di Porta Pesa organizzerà per l’occasione un giro in bicicletta che, partendo da Borgo Sant’Antonio, porterà i partecipanti lungo le strade e i vicoli del centro storico della città in concomitanza con la giornata Tutti a scuola a piedi e in bicicletta della FIAB. Un aspetto non meno importante è il prosieguo del progetto della Galleria d’Arte dei Piccoli al sottopasso di Porta Pesa. In collaborazione con l’associazione Luoghi Comuni, si installeranno i lavori creati dalle scuole Ugo Foscolo e Ciabatti sulla vita del quartiere e dei suoi abitanti.

Testo di David Montiel

Visita il sito del Borgo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *