Sguardi in Comune

banner

ISCRIVITI

Perugia ha una grande tradizione di multiculturalità e cosmopolitismo. Grazie alle due università, soprattutto: i perugini sono abituati da sempre ad avere a che fare con gli stranieri. Però, certo, un conto sono quelli che vengono in città a studiare, e a portar soldi, e un conto sono quelli che arrivano in cerca di un’opportunità, magari in fuga dalla guerra o dalla miseria, o semplicemente da un posto più difficile. Ecco, su questo versante la faccenda è complicata, come nella maggior parte del mondo occidentale. Tuttavia le comunità di immigrati, per chiunque abbia un po’ di sale in zucca, non possono che essere considerate una ricchezza, una risorsa per tutti. Non sempre la convivenza e l’integrazione sono semplici, per molteplici motivi, e di solito i processi che portano a un’elaborazione produttiva e civile delle differenze richiedono tempo. Però, parliamoci chiaramente, nessun quartiere di Perugia è la banlieue parigina, né niente di simile. Tutto questo bel discorso per dire che in città, ma anche nei dintorni, il tessuto sociale sta cambiando. C’è mobilità, c’è stratificazione, ci sono nuovi problemi e nuove energie.

«Luoghi Comuni» è nato, ormai più di due anni fa, con la volontà di raccontare le cose che funzionano meglio da queste parti, partendo dal grande lavoro fatto dall’associazionismo e dal terzo settore. Ma nel nostro cammino ci siamo imbattuti con situazioni di differente natura, che continuano a interessarci molto. La città che si muove, colta nei suoi mutamenti più piccoli: ecco di cosa, oggi, ci interessa dar conto. Ecco perché abbiamo deciso di pensare a un progetto in grado di coinvolgere una quindicina di ragazzi tra i diciotto e i trent’anni, chiamati a farsi protagonisti, in prima persona, del racconto delle proprie realtà di riferimento.

Lunedì 18 aprile, al Centro Servizi Giovani di via Settevalli, partirà quello che in poche parole potremmo definire il nostro “laboratorio di comunicazione multimediale”. Il nome del progetto, finanziato dalla Regione Umbria e in collaborazione col Comune di Perugia, è Sguardi in Comune, e vuole mettere insieme i punti di vista e le voci di tutti i partecipanti. In che modo? L’obiettivo finale è realizzare un web-doc su Perugia che prenda spunto da ciò che succede nei quartieri, nelle strade, nelle associazioni, nelle famiglie, con un occhio di riguardo alle tematiche dell’integrazione e della multiculturalità.

Ogni partecipante, seguendo i principi del citizen journalism (o giornalismo partecipativo), potrà diventare una sorta di cantastorie moderno. Solo che le sue storie finiranno in uno strumento innovativo e dinamico come il documentario-web, capace di mettere insieme materiale testuale e multimediale. Quindi reportage scritti, video, audio. Ne verrà fuori una sorta di mosaico, speriamo il più eloquente e significativo possibile. Naturalmente il laboratorio servirà soprattutto a dare a chi vorrà partecipare gli strumenti per farsi una propria strada. Dalla scrittura giornalistica alla fotografia, dalle riprese e dall’editing video alla costruzione, attraverso particolari software, del web-doc. Sguardi in Comune continuerà, ogni lunedì dalle 17 alle 19, sempre al Csg, fino a luglio, per riprendere, nella fase conclusiva, subito dopo l’estate. E sarà totalmente gratuito. Per iscriversi è sufficiente compilare questo form

Vi aspettiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *