OrtoBello … lavori in corso!

Foto di Els Waters
Foto di Els Waters

OrtoBello … lavori in corso!

La rete di collaborazione per la creazione del primo orto urbano comunitario al Borgo Bello è in rapida espansione. La ricerca, lo studio, i sopralluoghi e la progettazione condivisa vanno avanti. Le prime installazioni e piantumazioni sono previste per il 16 aprile

Un po’ di storia

OrtoBello nasce nel settembre del 2013, all’interno del progetto Caro Vicolo, un’iniziativa dell’associazione Borgo Bello e dell’Umbra Institute. Lo scopo del progetto era riportare in vita e riqualificare i vicoli secondari e degradati del quartiere, attraverso la metodologia del participatory place making, piccole trasformazioni degli spazi pubblici progettate e realizzate in maniera partecipata. Nessuno poteva immaginare quanto avremmo fatto in un periodo di soli diciotto mesi! Le istallazioni futuriste di via del Deposito, allestite dal Comune di Perugia in risposta all’interesse sollevato dagli interventi degli studenti americani del corso di Urban Spaces e dell’associazione, e i giardini verticali di via Fiorenzuola, di cui attualmente si prendono cura alcuni volenterosi abitanti della strada, continuano a destare curiosità e ad attirare visitatori e emulatori.

L’idea: un Borgo di “orti e giardini comunitari”

Dall’estate scorsa con l’entrata nella partnership del dipartimento Dsa3 dell’Università di Perugia e la collaborazione di SMeC, l’attenzione del percorso si è spostata verso il “sogno” di trasformare il Borgo in un “arcipelago di orti urbani” che abbiamo chiamato OrtoBello. L’autunno scorso è stato dedicato alla raccolta di idee e opinioni, alla promozione del progetto e alla creazione di una rete e di un gruppo promotore locale, attività che sono culminate nell’evento OrtoBello Strange Fruit presso l’Urban Center delle scalette di Sant’Ercolano, che ha visto la partecipazione di più di ottanta persone.

Dalle idee ai fatti

Da gennaio il gruppo promotore locale, al quale si sono aggiunti nuovi partner (Riciclamiche, bosco didattico di Ponte Felcino e alcuni cittadini singoli), si è riunito diverse volte, ha individuato due aree per cominciare l’orto diffuso, ovvero la terrazza di via del Cortone e lo spazio accanto alle scale mobili di via Fiorenzuola, e ha steso un piano di azione per realizzare le prime piantumazioni. Ortocrossing e scambio semi, autoformazione sulle diverse modalità di coltivazione, visite ad altri orti urbani, sono solo alcune delle attività svolte in questi mesi per rendere fattibile il nostro sogno. Inoltre è cominciata la raccolta di materiali di recupero per realizzare gli orti in cassetta, la compostiera, il sistema di irrigazione, la bacheca degli appuntamenti del futuro orto, le sedute e tutto ciò che ci piacerebbe fare.

Alcuni studenti – sotto la guida di un altro professore della scuola americana – stanno persino realizzando un affresco per abbellire l’orto di via Fiorenzuola, e a maggio OrtoBello collaborerà anche con il Distretto del Sale per rinverdire i negozi del quartiere con dei micro-orti diffusi durante il Flora Show (22-24 maggio).

L’appuntamento per l’inaugurazione delle prime installazioni e piantumazioni di via Fiorenzuola è fissato per il 16 Aprile. Vi aspettiamo!

Nel frattempo chi volesse collaborare al “cantiere” o partecipare al progetto, può contattarci attraverso la pagina Facebook Ortobello Perugia o scrivere a ortobellopg@gmail.com

Testo di Raymond Lorenzo e Viviana Lorenzo (docenti del corso di Urban Spaces -The Umbra Institute Perugia)
Traduzione di Lavinia Amenduni, Alessandro Biti e Katelyn Orrok
English version

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *