La città del benessere

Foto di Mattia Mariuccini
Foto di Mattia Mariuccini

La città del benessere

Dal Piedibus al picnic al parco santa Margherita. Le iniziative per promuovere una nuova idea di salute negli spazi urbani
Come fare a migliorare la salute dei perugini? Bella domanda. La salute è fortemente influenzata dalle caratteristiche urbanistiche e dalle condizioni di vita della città. La maggior parte delle persone, per esempio, utilizza l’automobile come principale mezzo di trasporto, anche se l’auto-mobilità è fonte acclarata di vari fattori di rischio, quali sedentarietà, inquinamento ambientale e acustico, incidentalità, stress e isolamento sociale. Di converso, poter camminare in sicurezza per le strade e la disponibilità di spazi verdi all’interno delle città costituiscono una risorsa molto importante per contrastare lo stress.

La città rappresenta, dunque, il nodo intorno a cui si intrecciano le emergenze umane, ambientali, sociali e culturali del nostro tempo e il punto nevralgico da cui partire per promuovere salute a livello individuale e collettivo. Per questo è nato il progetto Costruiamo insieme la Città che Promuove Salute del Dipartimento di prevenzione della Usl Umbria 1, ispirato all’idea che la salute è creata e vissuta dalle persone all’interno degli ambienti organizzativi della vita quotidiana.
Il programma si articola sul paradigma della salutogenesi, indagine orientata allo studio dei fattori di salute complessiva dell’essere umano: fisica, mentale, sociale e spirituale. Nell’ambito di Costruiamo insieme la Città che Promuove Salute sono nate varie iniziative nel territorio: eventi in vari territori finalizzati alla sensibilizzazione sulla tematica della mobilità e altri come il Piedibus casa-scuola e il Piedibus della Salute e del Ben Essere. E poi Adotta un percorso nel Parco, per il recupero e la valorizzazione di spazi verdi nel parco Santa Margherita, dove tra erbe e fiori, percorsi sensoriali, visite agli orti dei pensionati e pic-nic, è stata effettuata una pulizia approfondita con una bella “azione di squadra”. La giornata ha visto il coinvolgimento di ragazzi (oltre 120 alunni di varie classi), docenti, genitori, rappresentanti dell’associazione Fiorivano le Viole, il comitato PiedibusPerugia, la casa famiglia Le Fattorie e tanti cittadini volontari.
Foto di Daniela Alcioni

Foto di Daniela Alcioni

All’interno del programma è stato avviato il progetto Ben Essere: Alimentazione e Attività fisica come Fattori di Salute e Sostenibilità: per stare bene, in salute, occorre Ben Essere, cioè essere rispettosi di se stessi, degli altri e dell’ambiente. Il progetto si è sviluppato attraverso laboratori partecipati tra Usl, scuola, genitori, Comune, associazioni, educatori, esperti che hanno contribuito con proprie risorse materiali e professionali. I beneficiari sono 1.200 bambini della scuola dell’infanzia e primaria del nono Circolo didattico di Perugia. Sono state messe in campo varie attività, tra cui frutta a scuola, recupero delle ricette salutari dalle “nonne”, creazione di orti pensili, visite in fattoria. Si sono attivate e potenziate linee PiediBus negli spostamenti casa-scuola e nel tempo ricreativo, letture in cammino e merende salutari al parco. Si sono svolti corsi di nordic walking a scuola, uscite alla ricerca delle erbe spontanee, pomeriggi di riciclo creativo con le associazioni di quartiere.

In collaborazione con il Cai sono poi state effettuate escursioni in montagna, ciaspolate e giornate di orienteering. A conclusione dell’anno scolastico 2012/2013 è stata organizzata la prima Festa del Ben Essere con Pic Nic nel parco Santa Margherita con l’adesione di oltre 400 persone, che si ripeterà quest’anno, il 7 giugno.

Testo di Agostino Cefalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *