I peperoni dell’Azerbaijan

Foto di Arianna Tei
Foto di Arianna Tei

I peperoni dell'Azerbaijan

Ricette e culture
Le ricette non contengono soltanto “fatti culinari” ma anche, e soprattutto, il modo in cui percepiamo una particolare comunità e l’insieme dei suoi valori. Se facciamo attenzione alle parole e alla struttura di una ricetta, allora potremo iniziare a vederla come una vera e propria storia; una storia costruita dai membri di una comunità e, come tale, condivisibile, dentro o fuori di essa. Le ricette, formatesi nel tempo, sedimentate nella comunità, ci offrono, tanto quanto le narrazioni, la rappresentazione della coesione sociale e culturale.
Abbiamo deciso di narrare storie di persone che abitano a Perugia attraverso le loro ricette. Saranno ricette e storie diverse, così come saranno diverse le versioni della stessa storia, vale a dire della stessa ricetta. Come la Pasta con i broccoli che Elena e Vladymyr (Ucraina), Annabeli (Repubblica Dominicana) e Toudò (Mali) raccontano con interessanti variazioni sul tema.

Pasta con i brocoli

Ingredienti principali: broccoli, olio, acqua, sale.
Procedimento: dopo avere lessato i broccoli ripassarli in padella con l’olio e condirvi la pasta.
Se questa è la base, tuttavia Elena («seguendo la ricetta napoletana») in padella mette non solo olio extravergine di oliva, ma anche aglio e peperoncino.
Annabelli e Toudò, invece, agli ingredienti principali aggiungono cipolla, latte e una spolverata di cannella.
Niente di tutte queste cose metterebbe Vladymyr, che si attiene rigorosamente agli ingredienti principali ma condivide con noi la ricetta di un…

Sugo per la pasta

Ingredienti: pasta corta, gamberetti, panna, pomodorini freschi, olio, latte.
Procedimento: cuocere i gamberetti, aggiungendo pomodori, latte e panna. Infine, una volta cotta, aggiungere la pasta. («Godiamo di questa buona pasta!», dice Vladymyr). Elena dice che oggi stesso tornerà a casa e proverà questa ricetta, ma intanto ci regala la sua versione della…

Torta di mele

Ingredienti: 3 uova, 50 ml di latte, 75gr di burro, 150 di zucchero, 200 gr di farina, 1 bustina di lievito per dolci, 3 o 4 mele.
Procedimento: sbattere le uova con lo zucchero (con il mixer!) e aggiungere il latte e il burro. Unire il lievito alla farina e incorporare all’impasto, a pioggia, usando un passino. Tagliare le mele a pezzetti e unirle al resto, tranne una, che sarà tagliata a fettine sottili per decorare la torta.
Aggiungere un po’ di vaniglia nell’impasto.

Annabelli però dice che lei ci aggiungerà della cannella. Chissà perché… ma lo sapevamo! Eh sì, come nel suo…

Flan al latte

Ingredienti: 500 gr di caramello preparato al momento, latte 300 ml, pane raffermo, 4 uova, zucchero, cannella, sale q.b.
Procedimento: mettere il pane in ammollo per 30 minuti. Mescolare a parte le uova, lo zucchero, la cannella e il sale. Passati i 30 minuti, aggiungere a quest’impasto il pane già ammollato e schiacciato con una forchetta. Preparare il caramello, facendo sciogliere lentamente lo zucchero a bagnomaria. Una volta pronto, porre il caramello sul fondo di un recipiente da forno, unirvi l’impasto di latte, pane e uova e cuocere a bagnomaria nel forno per 40 minuti, a 100°.
Dopo tutto questo dolce… Toudò è tornato al salato, con una ricetta che si chiama Bacù («Come la capitale dell’Azerbaijan!», fa notare Elena) e che abbiamo ribattezzato come “la polenta”.

Bacù

Ingredienti (per 4 persone, specifica Toudò): 1 litro e 1/2 di acqua, farina 00 q.b,1/2 litro di salsa di pomodoro, (il succo di) 1 arancia, 2 uova, sale q.b., latte, due peperoni (gialli).
Procedimento: cuocere la farina 00 versandola a pioggia nell’acqua bollente, avendo cura di schiacciare i grumi con la forchetta. Dopo 20 minuti dovreste ottenere una crema densa, ma non troppo, come la polenta. A questo punto vi aggiungerete le uova, olio, sale, latte. Soffriggete a parte, in una padella, i peperoni, aggiungendo della salsa di pomodoro. Unite il sugo alla “polenta” e mangiate!

In attesa del prossimo numero, vogliamo offrirvi un suggerimento letterario…

Come cucinarsi il marito all’africana (Edizioni Epoché)
di Calixthe Beyala

Buona lettura e… buon appetito!

Testo di Corinna Bartoletti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *